Il retroscena - Ferrari, continua la ricerca per il post-Binotto: contattato Horner, lui rifiuta

img

Sono ore di grande fermento in casa Ferrari. Come riferito da Il Corriere della Sera, la posizione del team principal Mattia Binotto è in bilico, con l'ingegnere svizzero intenzionato a rassegnare le proprie dimissioni dopo una stagione gioie e dolori che ha portato al logorio del rapporto con il presidente John Elkann. Quest'ultimo, intanto, è alle prese con il terremoto che vede protagonsita Exor, gruppo che controlla la Casa di Maranello e la Juventus, di cui è amministratore delegato. 

Tornando a Binotto, è palese che la Ferrari stia cercando un suo sostituto. In Pole, al momento, sembrerebbe esserci Benedetto Vigna, attualmente amministratore delegato della compagine italiana. Ma, stando ad un'indiscrezione delle scorse ore, la Ferrari starebbe allargando le sue ricerche anche al di fuori del team.

Ferrari, cercato Horner per sostituire Binotto

Come riporta Racingnews365, infatti, gira voce che la Ferrari abbia contattato il dirigente della Red Bull Christian Horner per proporgli l'incarico di team principal destinato a liberarsi con l'addio di Binotto. Secondo la testata olandese, Horner avrebbe rifiutato l'offerta data la situazione confusa all'interno della squadra e non solo. Ecco, nel dettaglio, quanto scritto in un pezzo a cura di Dieter Rencken:

"Si dice che la Ferrari ha parlato con diverse persone nel paddock incluso il boss della Red Bull Christian Horner, al quale ha offerto un pacchetto che gli avrebbe assicurato un pensionamento piuttosto confortevole. Ma data la confusione e che guidare la Ferrari è simile a bere da un calice avvelenato, nessuno ha accettato".

Staremo a vedere come andrà a finire. Seguiranno aggiornamenti.

Leggi anche: Querelle Alesi-Gazzetta, in scena il terzo atto. C'è il messaggio di Jean su Instagram

Leggi anche: UFFICIALE - Ross Brawn dice addio alla Formula 1: niente ritorno in Ferrari

×