Superbike | Round Barcellona: il clima si accende tra Rea e Bautista

img

Il penultimo Round europeo del Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike va in scena al Circuit de Barcelona-Catalunya, con il paddock che si prepara a vivere un altro weekend di puro spettacolo. Nelle interviste pre weekend continuano le diversità di vedute tra gli avversari e si parla anche di eventuali ordini di scuderia. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK): “Il clima si è inacidito… ho perso tanto rispetto nei suoi confronti” “A essere onesto vedo Barcellona come un circuito un po’ complicato ma qui ho dei ricordi incredibili. Quando il WorldSBK nel 2020 ha fatto tappa qui per la prima volta, ho vinto subito. A casa ho in bella mostra il bel trofeo vinto a Barcellona, davvero dei bei ricordi. Per quanto riguarda il contatto con Bautista da parte mia non cambierà niente dato che devo lottare intensamente qui, dal momento che devo vedermela con altri due avversari davvero forti anche se ovviamente l’atmosfera si è un po’ inacidita con tutto quello che è stato detto nell’immediatezza del momento. Quando sorpassi un pilota c’è un punto di impatto; è stata una manovra chiara, non certo intenzionale. Lui lo sa. Al momento il Campionato è davvero competitivo con diversi costruttori con cui dobbiamo vedercela; il team ne è consapevole e stiamo lavorando intensamente per farcela”. In un’intervista rilasciata a Servus prima del Round, Rea ha commentato le parole di Bautista che ha affermato che si è trattato di una manovra intenzionale: “Ho perso tanto rispetto nei suoi confronti e per come ha gestito la situazione. Sono andato da lui per scusarmi subito dopo e sembrava che avesse accettato le mie scuse. Le cose che poi sono state dette sono completamente non vere”. Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati): “Non i migliori amici nel paddock, quindi il rapporto resterà lo stesso!” “Non c’è un rapporto speciale; lui mi ha detto il suo punto di vista e io il mio, ecco tutto. Le gare sono gare e il passato è passato. Io e Jonathan non eravamo i migliori amici nel paddock e quindi il rapporto resterà lo stesso! Sinceramente l’approccio alla parte finale della stagione non cambia considerando il distacco di Toprak; sono consapevole che gli ultimi tre Round andranno in scena sulle piste più difficili. Devo restare concentrato, provare a fare del mio meglio e penso che per noi le prossime saranno delle belle piste. Sono piuttosto calmo e concentrato sulla moto e sul mio lavoro. Sono davvero contento della conferma di Michael che è un pilota di grande talento, molto giovane e che nel corso di questa stagione sta migliorando tanto. È partito in salita ma poi ha iniziato a essere più consistente e competitivo; abbiamo uno stile di guida simile, questo facilita gli ingegneri e quindi sono contento per lui. Non vedo l’ora di lottare con lui per le vittorie nelle prossime gare e l’anno prossimo”. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK): “Quest’anno il Campionato è molto strano… sono molto sorpreso!” “Questo weekend è molto importante e abbiamo bisogno di portare a casa dei bei punti. Mi concentrerò su questa gara e poi su Portimao, dato che penso che San Juan non sarà facile dal momento che Ducati è molto veloce, specialmente nei rettilinei con Alvaro. Ho visto il video del contatto tra Alvaro e Jonny e Jonny ha commesso un errore ma queste sono le gare. Quest’anno il Campionato è strano; lottiamo in ogni weekend e la classifica cambia. Sono davvero sorpreso! La stagione è lunga, mancano tante gare”. Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati): “Se dovrò seguire gli ordini di scuderia, lo farò” “Quella di Barcellona è una pista che mi piace davvero tanto e dopo il podio di Magny-Cours ho delle sensazioni positive. Sono contento della conferma e senza dubbio questo ci porta un po’ di calma anche se voglio continuare a essere ‘affamato’; quando mi trovo in queste circostanze, rendo meglio. Penso che Axel stia facendo un gran lavoro in un team Indipendente ma penso anche che la scelta migliore per il nostro team fosse quello di continuare così, quindi nelle prossime gare potremo lottare per provare a riportare il titolo mondiale a Bologna. Penso che l’anno prossimo io e Alvaro potremo lottare per il podio. Proverò a vincere delle gare ma il principale obiettivo quest’anno è vincere il Campionato. In futuro, se mi trovassi nella sua posizione, mi piacerebbe che un pilota più giovane che non sta lottando per il titolo fosse intelligente. Userò la testa e se dovrò rispettare degli ordini di scuderia, lo farò”. Axel Bassani (Motocorsa Racing): “Se ne avessi l’opportunità, passerei Michael o Alvaro” “Spero sia un bel Round in cui proveremo a ripetere i risultati di Magny-Cours. Il Circuit de Barcelona-Catalunya mi piace tanto, come anche la città di Barcellona. Ho delle belle sensazioni. Il mio obiettivo continua a essere quello di provare a stare davanti ai piloti ufficiali. Spero di continuare a provare a battere Michael ma se possibile anche Bautista e poi proverò a conquistarmi un posto da ufficiale per il 2024. Nelle prossime settimane comunicherò al paddock del WorldSBK cosa succederà l’anno prossimo! Penso che quando siamo in pista abbiamo la possibilità di fare ciò che vogliamo. Non mi piacciono gli ordini di scuderia e quindi quando attacco tendo a dare tutto me stesso per provare a vincere. Non voglio commettere errori o cadere con gli altri ma se ne avrò la possibilità passerò Michael o Alvaro”.

×